Menu Chiudi

Comune di Cambiago

Localizzazione: Cambiago

La storia di questo borgo  è così antica da diventare leggenda, una storia che è cominciata ben circa 2600 anni fa.

Stemma comunale

Nel 600 a.C. “al di là delle Alpi viveva un re-pastore di origine celtica che si chiamava Ambigato.

La situazione non era molto rosea: il numero dei sudditi cresceva a vista d’occhio e le terre da pascolo si riducevano ogni giorno di più sotto la pressione dei bisogni alimentari e a causa dell’avvento di nuovi popoli provenienti dall’est.

Si rendeva assolutamente indispensabile cercare nuovi spazi dove portare il popolo, ma Ambigato era ormai vecchio.

Una sera riunì i suoi due nipoti, Belloveso e Segoveso, due splendidi giovani belli e forti: a loro il re confidò che alcuni montanari gli avevano detto che oltre le alte montagne bianche esistevano terre fertili riscaldate dai sole caldo, ricche di acqua.

Ambigato dichiarò che le possibilità per il loro popolo erano solo due: o cercare quella terra e vivere, o rifiutarla e morire.

Belloveso e Segoveso, entusiasti ed un po’ incoscienti come tutti i giovani, non se lo fecero ripetere due volte: partirono, ma non insieme.

Segoveso si diresse con una parte della propria popolazione verso la Germania, mentre Belloveso si avviò verso sud, alla ricerca del sole caldo della nostra penisola.

Circa 130.000 persone decisero di partire e  tutti erano convinti di ricominciare in una terra migliore.

Per Belloveso e i suoi compagni di ventura il viaggio fu tremendo; montagne da scalare, profondi burroni, picchi quasi inaccessibili e le bufere di neve.
Ma in quei momenti Belloveso ripensava alle parole di Ambigato … o trovare quella terra e vivere o non cercarla e morire”.

Il suo coraggio, e quello di chi lo aveva seguito, fu infine premiato allorchè giunsero ad una splendida pianura solcata da un fiume, era la Pianura Padana e il fiume rappresentava la possibilità di vivere.

Dopo alcuni scontri con le genti che già abitavano queste zone, riuscirono a raggiungere una zona che corrisponde pressapoco all’attuale provincia di Milano.

Un gruppo di seguaci di Belloveso decise di stanziarsi al centro di questo territorio e fondarono una piccola borgata che battezzarono con il nome di Mid-Land.

Altri si spostarono verso la zona dove oggi sorge Cambiago e gettò le basi del suo primo insediamento chiamando il borgo con lo stesso nome che ancora oggi lo contraddistingue”. (Cfr. info dal comune di Cambiago)

L’abitato conserva l’aspetto di un borgo rurale cresciuto attorno all’antica chiesa di san Zenone, ricostruita nel XX secolo in forme neoclassiche.

Note

Possiede una frazione denominata Torrazza dei Mandelli, che nei secoli passati fu anche Comune autonomo.

Bibliografia

Cesare Cantù, Grande Illustrazione del Lombardo Veneto, Milano, 1857

 

Autore: Wikimedia
Numero scheda catalogo heritage: